fbpx

Allergia ai tatuaggi: ecco cosa bisogna sapere

Si può avere una allergia ai tatuaggi? Affermativo. Il tatuaggio contiene pur sempre materiali che si introducono nella pelle ed entrando a contatto diretto con il nostro organismo possono creare qualche complicazione. Ma niente panico, ti daremo qualche consiglio utile. 

Allergia ai tatuaggi: ecco cosa fare

Stai decidendo di farti un tatuaggio e hai già scelto il tuo soggetto da rappresentare, se farlo colorato oppure no, la zona del corpo dove realizzarlo e le dimensioni. Quando si fa un tatuaggio, ci poniamo spesso un sacco di domande sull’aspetto estetico, tuttavia è allo stesso modo importante sapere se si ha un’allergia ai tatuaggi. Non ti allarmare, niente di irrisolvibile, ma non bisogna comunque prenderla con superficialità perché potrebbe rovinare l’esperienza della fase della cura del tatuaggio.

 

Come si fa a capire di avere un’allergia ai tatuaggi?

 

Per capire se si ha un’allergia ai tatuaggi, un modo più diretto è quello applicato da alcuni tatuatori, ovvero, il test dei puntini d’inchiostro. Il tatuatore effettua dei puntini colorati sulla pelle per verificare se si ha un’allergia ai tatuaggi. Per avere il risultato di questo test si dovrà attendere qualche settimana, in modo tale da vedere se ci sarà una reazione allergica dovuta ai puntini d’inchiostro; un secondo metodo è quello di richiedere al tatuatore di verificare la qualità e della provenienza dei coloranti utilizzati, effettuare un test allergico in un centro specializzato e confrontare i risultati del test con gli ingredienti presenti nei coloranti. Si tratta del modo più affidabile e attendibile per escludere immediatamente la possibilità di allergia ai tatuaggi. Questi due modi sono utili per prevenire un brutto ricordo del proprio tatuaggio. 

L’allergia ai tatuaggi si riscontra maggiormente nei colori come il rosso, l’arancione e il giallo, questo non perché si trattano di coloranti tossici, ma perché gli ingredienti al loro interno potrebbero essere “rifiutati” dal nostro corpo e quindi provocare una reazione allergica. Gli inchiostri potrebbero non essere il problema, quanto piuttosto si potrebbe essere allergici al lattice dei guanti dei tatuatori. Gli inchiostri dei tatuaggi, andando avanti nel tempo, sono sempre più ipoallergenici e di alta qualità, proprio per prevenire problemi post-tatuaggio. È importante anche che il tatuatore rispetti le norme igienico-sanitarie e che utilizzi strumentazioni adatte e sterilizzate per effettuare il tatuaggio. Dei comportamenti da tenere a studio per i tatuaggi sicuri abbiamo parlato in questo articolo.

 

Quali sono i segni tipici di un’allergia?

 

I segni più comuni che possono comparire quando si presenta un’allergia ai tatuaggi possono essere:

  • Rossore sulla parte del tatuaggio;
  • Bolle con pus;
  • Prurito eccessivo o calore.

Nel caso si dovesse manifestare una reazione allergica il consiglio è quello di rivolgersi eventualmente ad uno specialista. Quello che ti consigliamo è di prevenire il rischio, seguendo i nostri suggerimenti. Noi di Thunder Ink Tattoo utilizziamo prodotti di qualità per i tatuaggi. Seguici sui nostri canali social, osserva la nostra professionalità e prenota ora la tua seduta! Presto novità in arrivo in vista del nostro anniversario d’apertura dello studio! 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi