fbpx

Tatuarsi d’estate: tutto quello che devi sapere per proteggere al meglio i tuoi tatuaggi

Tatuarsi d’estate si o no? Segui questi consigli per proteggere i tuoi tatuaggi dai raggi del sole

Tatuarsi-d'estate-si-o-no-alt

Tatuaggi e sole non vanno molto d’accordo. Insieme a Valerio (Rosco), Founder del Thunder Ink Tattoo, indicheremo una serie di accorgimenti da avere per mantenere al meglio i vostri tattoos.

Quasi sempre, si evita di tatuarsi d’estate credendo che sia meglio rivolgersi ad un tatuatore nei mesi invernali. In realtà, tatuarsi nei mesi estivi non è sconsigliato, a patto che il tatuaggio non venga esposto al sole in maniera eccessiva.
Il rischio più alto si corre durante le giornate trascorse al mare. Sottoponendo la pelle tatuata sotto al sole per un lungo lasso di tempo, si rischiano scottature e fastidiose irritazioni che potrebbero rovinare il tatuaggio.

 

TATUARSI D’ESTATE: COME PROTEGGERE UN TATUAGGIO DAI RAGGI DEL SOLE

 
Il modo migliore di proteggere un tattoo è applicarvi sopra una crema solare ad alto livello di protezione (minimo SPF 50). Questo non vale solo per i tatuaggi appena fatti ma anche per quelli più vecchi onde evitare che questi si sbiadiscano prima del tempo. La crema deve essere applicata ogni 2 ore circa, ed ogni volta che la pelle entra in contatto con l’acqua.
 

In ogni caso evitate bagni in piscina almeno per le due settimane dopo aver fatto un tatuaggio. Il cloro è dannoso per il colore dei tatuaggi e la pelle risulterà molto secca. Inoltre, non scordiamo che il tatuaggio è da considerarsi come una ferita aperta e in quanto tale, va salvaguardata da eventuali infezioni che, in mare o in piscina è facile contrarre.
Nel caso in cui si entrasse a contatto con acqua di mare, bagnare immediatamente il tatuaggio con acqua dolce.

 

TATUARSI D’ESTATE: IL RISULTATO FINALE DIPENDE ANCHE DA VOI

 

Ad ogni modo, oltre a seguire i consigli precedentemente elencati è comunque consigliato non esporre mai al sole il tatuaggio almeno per le 3 settimane successive alla seduta.
Evitate sempre un uso eccessivo della pellicola e limitatela al periodo strettamente successivo alla seduta. Per il resto, lasciate respirare il più possibile la pelle in modo che la ferita possa rimarginarsi.
Il risultato finale e come il tatuaggio rimarrà sulla pelle dipende da quanto siete stati attenti nel curarlo. Prestare attenzione e seguire questi consigli vi aiuterà a mantenere in perfette condizioni il tatuaggio.
Per qualsiasi domanda o informazione sulla cura dei vostri tatuaggi potete scriverci una mail o contattarci direttamente su Instagram.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi